Perognidol Cane A Cosa Serve
Indicazioni – Perognidol allevia il dolore acuto, persistente e cronico nel cane e nel gatto. Nbf Lanes Perognidol in gocce per cani e gatti favorisce il normale funzionamento del sistema endocannabinoide nell’animale a livello neurologico e periferico.

A cosa serve Perognidol cane e gatto?

Perognidol gocce è un mangime complementare che favorisce la normale nocicezione (percezione del dolore) nel cane e nel gatto.

Cos’è la funzione nocicettiva del cane?

Salute del sistema nocicettivo e del cervello – Può sembrare strano, ma anche la corretta trasmissione del dolore al cervello e la sua percezione sono necessarie per garantire salute e benessere ai nostri amici animali. Inoltre, così come accade a noi, anche il cervello dei nostri fedeli amici invecchia causando piccoli e grandi cambiamenti nel loro comportamento. Il sistema con cui, sia noi che i nostri animali, avvertiamo gli stimoli esterni (soprattutto quelli dolorosi) viene chiamato ” funzione nocicettiva “. Tale funzione, svolta in sinergia dai nervi periferici e dal cervello, rappresenta un sistema importantissimo per garantire la sicurezza (es.

sento che il fuoco scotta e quindi non mi avvicino) e la salute dei nostri animali da compagnia. In presenza di malattie (es. artrosi), una corretta percezione del dolore consente infatti al nostro animale di tenere a riposo la parte malata, favorendo un recupero naturale, Inoltre, le manifestazioni del dolore, come la zoppia o i guaiti/miagolii, sono importanti campanelli d’allarme che ci fanno capire che “qualcosa non va” e che ci spingono a riferire il problema al nostro veterinario di fiducia prima che sia troppo tardi.

A volte, però, è la funzione nocicettiva stessa ad alterarsi, compromettendo la corretta percezione del dolore. In questo caso il dolore che prova il nostro fedele compagno non ha più un ruolo fisiologico utile, ma diventa un problema fine a sé stesso, che compromette senza motivo la sua qualità di vita.

  • Recenti studi scientifici hanno dimostrato che la corretta funzione nocicettiva è garantita dal colloquio di tre importanti cellule del sistema nervoso: il neurone, il mastocita e la microglia,
  • Tre componenti di un’orchestra che, se ben diretti e coordinati, suonano una sinfonia perfetta.
  • Se invece questa armonia biologica è disturbata, il “suono” emesso da questa speciale orchestra arriva al cervello in maniera distorta ed esagerata.

Mantenere in salute e in equilibrio la funzione nocicettiva significa quindi garantire al nostro fedele compagno peloso una buona qualità della vita : in ogni situazione e a qualsiasi età.

A cosa serve l’olio di canapa per i cani?

Miglior olio di canapa con CBD per cani e gatti Ricco di Omega 3, Omega 6 e Vitamina E Un supporto naturale per i dolori articolari e lo stress dei 4 zampe. L’olio di canapa con CBD si ottiene attraverso la spremitura a freddo della pianta di canapa. Non c’è alcuna contaminazione con cannabinoidi psicotropi come il THC, di cui è completamente privo.

  • Viene poi aggiunto olio di oliva per rendere il sapore più appetibile ai nostri amici.
  • Può essere di grande supporto per il sistema immunitario di cani e gatti.
  • Grazie alla sua azione antiossidante, infatti, aiuta a prevenire lo stress ossidativo e a mantenere in salute l’apparato cardio-vascolare dei piccoli pelosi.

In particolare, pur non essendo un farmaco, può essere di grande aiuto in caso di artrite, artrosi, dolore cronico e stress post-traumatico.

  • L’olio di canapa è particolarmente ricco di acido alfa linolenico, il capostipite degli Omega 3 ed è noto per l’ottimale equilibrio tra Omega 3 e Omega 6, acidi grassi essenziali che rafforzano le difese immunitarie.
  • Il CBD contenuto nell’olio di canapa invece funge da equilibratore, esercitando un’azione sul sistema endocannabinoide dei nostri piccoli amici, che proprio come il nostro potrebbe avere in alcuni casi bisogno di un aiuto in più.
  • Inoltre, l’olio di canapa è ricco di vitamina E, una vitamina molto importante per gli animali, che contribuisce a proteggere le cellule da sostanze ossidative

Proprio come noi umani, i nostri animali domestici hanno un sistema endocannabinoide che si occupa di regolare alcune funzioni fisiologiche fondamentali: provare piacere o dolore, provare appetito, sentirsi stressati o di buonumore. In presenza di determinati disturbi e patologie, in seguito a un evento traumatico o in un momento particolarmente stressante, il sistema endocannabinoide può essere compromesso e non essere più in equilibrio.

  • L’olio di canapa al CBD aiuta a rimettere in equilibrio il sistema endocannabinoide fungendo da riequilibratore.
  • Questo gli permette di essere un valido supporto in caso di dolore, ansia, stress e infiammazione articolare.
  • Può essere utilizzato come alternativa naturale a FANS e cortisone che sul lungo termine possono essere dannosi per i nostri amici a quattro zampe.

Le proprietà benefiche dell’olio di canapa con CBD sono numerose:

supporta l’organismo di cani e gatti in caso di dolore ed è quindi un rimedio naturale efficace contro e reumatismi

può essere un aiuto in caso di ansia e stress dell’animale domestico. Supporterà i vostri piccini in tutti i momenti stressanti, come un trasloco, un arrivo a casa dopo una lunga vita in canile e altre situazioni emotivamente complesse

You might be interested:  Come Fermare Sangue Dal Naso Cane

può aiutare a migliorare la ed essere di supporto in caso di insonnia

mantiene in buono stato ed è utile nella gestione dei processi infiammatori

supporta il sistema immunitario di cani e gatti

può essere un grande aiuto per superare il dolore post-operatorio

sostiene le corrette funzioni cardiovascolari dei quattro zampe

la presente nell’olio supporta i quattro zampe in caso di dermatite e previene lo stress ossidativo

  1. L’artrosi, clinicamente definita osteoartrosi (OA), è una patologia degenerativa articolare per la quale è molto difficile trovare una terapia adatta.
  2. Si tratta di una forma di artrite cronica che genera continuamente qualche fenomeno acuto, ecco perché dolori cronici e dolori acuti spesso coesistono.
  3. In caso di artrosi nel cane tutte le componenti articolari sono sensibilmente alterate. Come spiega molto bene, il liquido sinoviale:

modifica la sua composizione

riduce i nutrienti all’interno delle cartilagini e si carica di componenti algogeni (di sostanze biochimiche in grado di provocare dolore).

il movimento articolare (ROM= Range of Motion) si riduce, è possibile sentire scricchiolii e avvertire un intenso dolore

  • Contro l’artrosi di solito si utilizzano farmaci analgesici per combattere l’infiammazione, condroprotettori e altri farmaci in grado di nutrire le cartilagini articolari.
  • Insieme all’aiuto farmacologico, viene affiancata solitamente una fisioterapia che favorisca la mobilità articolare.
  • Quando i farmaci sono inefficaci, è possibile optare per dei rimedi naturali, che potrebbero rivelarsi risolutivi per i vostri piccoli amici a quattro zampe.

Fare in modo che non siano in sovrappeso per evitare di caricare le zampe posteriori

Un’alimentazione mirata, magari casalinga, in modo da controllare e alternare tutti i nutrienti necessari a favorire un miglioramento

Ecco una tabella con una lista di cibi da evitare e una lista di cibi che contengono nutrienti utili a supportare l’organismo dei quattro zampe in caso di artrite.

  1. L’olio di canapa con CBD per animali è un prodotto facile da somministrare agli amici a quattro zampe.
  2. Può essere somministrato direttamente per via orale attraverso un pratico dosatore contagocce in plastica a prova di morso o essere messo all’interno della pappa preferita dei vostri piccoli amici.
  3. È importante agitare la confezione prima dell’uso e conservare l’olio di canapa in frigorifero una volta aperto.
  4. Ricordate di lasciare sempre della ciotola d’acqua fresca a disposizione del proprio animale domestico.

Si consiglia di utilizzare olio di canapa con CBD a piccole dosi. Un buon modo per iniziare potrebbe essere 4 mg di hemp extract (3 gocce) per ogni 5 kg di peso del cane, Per i gatti invece, si potrebbe iniziare con 1,5 mg (1 goccia) di hemp extract per ogni 5 kg di peso, Ecco una piccola tabella che può essere utile con il dosaggio dell’olio di canapa al CBD:

  • In caso di problemi particolari, potrebbe essere una buona idea rivolgersi al proprio veterinario di fiducia che in base al singolo caso saprà consigliare il dosaggio adeguato.
  • Ormai la maggior parte dei veterinari è a conoscenza dell’efficacia dell’olio di canapa con CBD nel supportare l’organismo di cani e gatti.
  • Abbiamo parlato di questo argomento con due professioniste di in un’intervista.
  1. Tutti i nostri estratti a base di CBD sono prodotti a partire da piante che coltiviamo internamente tra Abruzzo e Veneto.
  2. Pur non occupandoci di farmaci, da quasi dieci anni diamo il nostro supporto e contributo alla ricerca scientifica sulla cannabis, con una particolare attenzione ai progressi della medicina veterinaria e all’uso dei cannabinoidi all’interno di terapie.
  3. Uno dei nostri ultimi progetti ci ha visti come promotori e finanziatori di alcune borse di studio per un master in cannabis medica veterinaria.

Il nostro olio di CBD al 10% è stato scelto per supportare Jack, un cane affetto da epilessia canina. l’intero case study.

  • Ogni formulazione che mettiamo sul mercato arriva da anni di studio e ricerca e ha come obiettivo quello di risolvere un problema specifico in modo naturale, senza alcuna pretesa farmacologica.
  • Premium Hemp Oil per Pets è pensato specificatamente per supportare l’organismo dei piccoli amici a quattro zampe in caso di dolore, ansia e stress.
  • Vuoi saperne di più?

Il CBD è un principio attivo sicuro che non presenta effetti collaterali rilevanti. Consigliamo comunque di rivolgersi al proprio veterinario di fiducia L’olio di canapa con CBD impiega dai 40 ai 45 minuti per fare effetto sui nostri piccoli amici. No, perché non contiene THC. Siamo disponibili via mail a, ti risponderemo entro 24 ore nei i giorni lavorativi. Attraverso la Live Chat del sito, operativa dal Lunedì al Venerdì, nelle fasce orarie 10 -13 e 14 -17, Al nostro customer care risponderà: Alyona : Miglior olio di canapa con CBD per cani e gatti

A cosa serve Perognidol forte?

PEROGNIDOL FORTE GOCCE (15 ml) – Favorisce la normale nocicezione di cani e gatti. Perognidol Forte Gocce è un mangime complementare in forma liquida per cani e gatti, per la regolazione della nocicezione (percezione del dolore) e il normale funzionamento del sistema neurologico e periferico.

Come percepiscono il dolore gli animali?

▶ Gli animali danno segni comportamentali che sentono dolore: si lamentano, si strofinano la parte dolente, si ribellano se uno gliela tocca, cercano di evitare il ripetersi dello stimolo, ecc. Questi sono comportamenti simili a quelli dei bambini che non sanno ancora parlare in risposta a stimoli dolorosi.

Quanto CBD dare al cane?

6. USO DEL CBD NEI CANI: LE CONCLUSIONI – La cannabis è tra le sostanze medicamentose da più tempo utilizzate dall’uomo. Ora sappiamo che i suoi effetti terapeutici possono essere di beneficio anche per gli animali, cani gatti e non solo. Fino a qualche tempo fa, cannabis e cannabinoidi erano somministrati agli animali solo su iniziativa dei proprietari in cerca di un rimedio per patologie resistenti agli altri trtattamenti.

  1. Attualmente, grazie al riconoscimento legislativo della cannabis come terapia in campo umano e veterinario, in Italia si ha la possibilità di prescrivere trattamenti a base di cannabis e cannabinoidi agli animali, ad eccezione di quelli destinati all’alimentazione umana,
  2. Come per l’uomo, anche in veterinaria la cannabis non è ancora considerato un farmaco di prima scelta ma può essere utilizzato o in mancanza di terapie convenzionali o in caso di loro inefficacia.
You might be interested:  Perché Non Si Accarezza Il Cane Sulla Testa

Il razionale alle base dell’utilizzo di Cannabis Terapeutica negli animali è la somiglianza del Sistema Endocannabinoide tra le varie specie. Gli studi finora pubblicati indicano che l’uso di basse dosi di CBD puro o di formulazioni ricche in CBD può essere sicuro e possibilmente efficace nel trattamento dell’osteoartrite e dell’epilessia dei cani,

Altre condizioni in cui vari case report indicano benefici sono: – dolore, in particolare cronico e/o neurogeno o da chemioterapia ; – stimolazione dell’appetito ; – Stati ansiosi o stressogeni, Nella maggior parte degli studi, il trattamento dei cani ha richiesto dosi comprese tra 1 e 2 mg/kg di CBD, somministrato per via orale, 2 volte al giorno.

L’uso di formulazioni con alti livelli di THC comporta un rischio maggiore di intossicazione e di effetti indesiderati. La qualità del prodotto, attestata dalle analisi, dovrebbe essere valutata con attenzione. I pochi studi clinici effettuati rendono però difficile determinare con certezza il dosaggio, la sicurezza a lungo termine e l’efficacia in diverse malattie. Neurogastrocannabinologo – Chimico Farmaceutico

Quanto costa al giorno tenere un cane?

Il costo del cibo – Il costo dell’alimentazione del cane rappresenta la parte più consistente del budget. Oltre agli alimenti di base (crocchette, cibo), vi sono anche integratori essenziali e altri cibi, la cui quantità e qualità deve essere adattata alla taglia, al peso e al livello di attività fisica dell’animale,

Per un cane di piccola taglia che rimane principalmente a casa, il costo è di 1 o 2 euro al giorno, o di almeno 30 euro al mese. Per un cane di taglia media come il Labrador una dieta standard costa circa 50 euro al mese Si arriva fino a 150 euro per un cane di taglia grande con uno stile di vita attivo come i Golden Retriever,

Questo budget varia anche in base alle modalità di acquisto: l’acquisto di sacchetti di crocchette per cani all’ingrosso su Internet è l’opzione più economica. Inoltre, per la vitalità del cane, è possibile aggiungere altri prodotti come il lievito di birra o l ‘olio di salmone, che contribuiscono alla bellezza del pelo e lo riforniscono di vitamine e minerali (si calcola un supplemento di 10 euro).

Quale olio e migliore per i cani?

L’olio d’oliva fa male ai cani e ai gatti? – L’alimentazione di cani e gatti è un aspetto estremamente importante per tutelare la salute dei nostri amici a quattro zampe ed è per questo motivo che non deve essere assolutamente lasciata al caso. Un dubbio spesso sorge spontaneo quando ci si ritrova a doversi prendere cura del cibo da dare agli animali: ciò che è sano e genuino per l’uomo è altrettanto salutare per i nostri cari Fido e Fuffy? In genere è preferibile evitare di dare agli animali il cibo casalingo e quindi gli avanzi di ciò che prepariamo per noi, preferendo, al contrario, un’alimentazione a base di prodotti specifici, contenenti già un quantitativo perfettamente bilanciato dei nutrienti necessari.

Tuttavia un alimento tipico della dieta dell’uomo che ai nostri amici pelosi non fa male è sicuramente l’olio : esso, infatti, inserito quotidianamente nella pappa, è una fonte molto importante di acidi grassi. Molti suggeriscono di preferire olio di semi di girasole, di mais o di arachidi al più classico olio extravergine d’oliva, perché più leggeri e facilmente digeribili ma in realtà è quest’ultimo quello ad avere i migliori effetti benefici sull’organismo degli animali.

E’ importante però, come per ogni cosa, stare attenti a non esagerare con il quantitativo e individuare il giusto apporto per ogni cane e gatto, a seconda della loro età e della loro taglia. L’olio EVO, infatti, è un condimento estremamente ricco di grassi di origine vegetale e di vitamine liposolubili che, se inseriti nell’alimentazione del nostro amico peloso, contribuiscono al corretto sviluppo del suo sistema nervoso, se l’animale si trova nel periodo della crescita, e hanno una potente azione antiossidante, che aiuta nel processo di invecchiamento, se, al contrario, esso è già in età adulta.

Cos’è il CBD per i cani?

7. Il CBD funziona per i cani con problemi di peso? – Il CBD viene impiegato nel trattamento di una serie di condizioni nei cani, comprese quelle legate al peso. Si ritiene che agisca interagendo con il sistema endocannabinoide dell’organismo il quale a sua volta regola, tra le tante cose, l’appetito e l’umore.

Gli studi hanno dimostrato che il CBD può contribuire a ridurre il desiderio di cibo, ad aumentare i livelli di energia e a migliorare il benessere generale. È importante notare che non sostituisce il trattamento medico e deve essere usato solo in combinazione con una dieta sana e un piano di esercizio fisico.

Ad ogni modo il proprietario di un cane può fare molto per tenere sotto controllo il peso del proprio pet; la perdita di peso del cane dipende in primis dalla somministrazione, quantità e tipo di cibo che il suo proprietario gli fornisce. A patto che non ci siano patologie che interferiscono con la salute del cane e con il suo normale metabolismo, la perdita o l’acquisto di peso dipende strettamente dalla quantità, dal tipo e dai tempi di somministrazione in cui il cibo viene reso disponibile.

You might be interested:  Morso Di Cane Cosa Fare

Quando va preso l’olio di canapa?

Come assumere l’olio di canapa – Se stai iniziando ad assumere olio di semi di canapa, il consiglio è di partire con una bassa concentrazione e poi aumentare gradualmente se necessario, monitorando come reagisce l’organismo all’integratore. Comunque, non si deve mai superare la quantità consigliata sulla confezione ( nel caso di Savita è da 2 a 4 perle al giorno ).

Gli oli da cucina possono essere utilizzati come condimento per insalate e altri alimenti nelle dosi riportate sulla confezione, mentre le capsule e le pillole vanno assunte da sole prima o dopo i pasti principali. Le gocce possono essere diluite in acqua o somministrate direttamente in gola. Nel caso di oli da massaggio o creme, il prodotto va spalmato direttamente sulla parte interessata.

Si usano solitamente per trattare lesioni muscolari o articolari, artriti, infiammazioni, L’effetto è immediato ma localizzato solo sulla parte trattata.

Quale antidolorifico umano posso dare al gatto?

Avvertenza – Somministrare solo gli antidolorifici prescritti dal veterinario e nella dose indicata. Dare farmaci di propria iniziativa e senza aver consultato il veterinario può portare ad intossicazione o gravi conseguenze. I farmaci ad uso umano, come paracetamolo, ibuprofene eccetera, non vanno dati agli animali perché possono causare avvelenamento! : Dolore nel gatto come trattarlo | AniCura

Quali antidolorifici si possono dare al gatto?

Terapia del dolore per animali con farmaci personalizzati dal farmacista – I farmaci per la terapia del dolore veterinaria devono essere il più possibile calibrati sul peso e le necessità dell’animale. Certamente in commercio esistono diversi medicinali industriali già pronti, da utilizzare nel trattamento del dolore anche se la maggioranza delle volte questi medicinali sono umani e non sono specifici per animali.

I medicinali galenici veterinari e cioè i farmaci preparati dal farmacista nel laboratorio della farmacia possono invece essere preparati per venire incontro alle specifiche esigenze del nostro amico a quattro zampe. In un laboratorio galenico infatti, è possibile preparare moltissimi farmaci per contrastare il dolore.

Ricorrere al Farmacista permette di superare ostacoli che apparentemente sembrano insuperabili o difficilmente risolvibili:

dosaggio personalizzato di sostanze come la codeina (capsule personalizzate o gelini personalizzato)ripartizione di specialità alla precisa dose necessaria all’animalesomministrazione di farmaci antidolorifici per via transdermicaaromatizzazione del farmaco

Di seguito una breve spiegazione di queste opportunità per il Medico Veterinario e per i suoi “pazienti”.

Come si possono dare le gocce al cane?

Come dare le medicine liquide e le piccole al gatto – Il micio può essere davvero un osso duro quando si tratta di somministrargli un farmaco, soprattutto una pillola. Alle volte non è sufficiente “mascherare” la medicina con i cibi anche più succulenti.

Il gatto, sospettoso, potrebbe rifiutare il cibo annusando qualcosa che non va, o magari mangiare e poi sputare. Come riuscire allora a dare la pillola al gatto?Un buon vecchio trucco per riuscire a somministrare le medicine al gatto è quello di sbriciolare la pasticca (ma sbriciolala per bene!) e darla al felino in un cibo molto saporito e invitante (non quello consueto), come ad esempio macinato di carne, tonno, pelle del pollo arrosto.

Ovviamente, si può fare altrettanto per le gocce. Un altro buon trucco è anche quello di avvolgere la pillola nel grasso del prosciutto crudo, Oppure si può tentare di diluire la compressa polverizzata in poca acqua, aspirarla per mezzo di una siringa senza ago e immetterla direttamente nella bocca nel nostro micio, tenendolo fermo dalla collottola.

Attenzione però a non direzionare il getto direttamente verso la gola, potrebbe andargli di traverso, inserisci piuttosto la siringa (ovviamente senza ago!) al lato della bocca. In ogni caso, chiedi consiglio al veterinario e leggi bene il bugiardino del farmaco prima di darlo al tuo micio. Se le indicazioni dicono che il farmaco va assunto a stomaco vuoto, allora usa un dispenser a stantuffo oppure, con una buona dose di manualità (e possibilmente la collaborazione del tuo amico felino) metti la pastiglia in bocca all’animale mentre lo tieni fermo.

Tutto questo è valido nel caso in cui tu debba somministrare delle pillole, ma come dare una medicina liquida al gatto? In questo caso puoi usare un contagocce, Prima di procedere, avvolgi l’animale in un asciugamano, lasciando fuori solo la testa. Questo ti aiuterà a trattenerlo quando cercherà di liberarsi (è facile che ci provi) e non potrà graffiarti.

  1. Se puoi, fatti aiutare da qualcuno che lo tenga mentre tu dai la medicina.
  2. Se sei solo, posiziona l’animale su una superficie elevata, appoggia un fianco sul bordo della superficie e blocca il gatto con il braccio.
  3. Con il pollice e l’anulare premi gli angoli della bocca, per istinto lui la aprirà.
  4. Poi metti il medicinale in bocca: se usi un dispenser per pillole, fai cadere il farmaco nella parte posteriore della lingua del gatto.

Se invece si tratta di gocce, inserisci la punta del contagocce fra la guancia e i denti dell’animale come detto sopra, senza spruzzare sulla lingua o in gola per non soffocarlo. Se hai proceduto a dare il farmaco senza cibo, alla fine somministra sempre 5 ml di acqua (con il contagocce), fra la guancia e i denti.